Micheluzzi

Via Micheluzzi  Ciavazes

17 luglio 2010

Il solo nome Micheluzzi incute rispetto ed ammirazione, ed è con questo stato d’animo che ho detto ai miei amici Giovanni e Serghej, vengo anch’io..

Ci troviamo quindi il sabato mattina presto alla base della parete, il tempo sembra mettere al meglio nonostante le previsioni non molto favorevoli..

Parte Giovanni che rompe il ghiaccio e la tensione con i primi quattro tiri. La via è ben delineata nei passaggi obbligati un pò unti e magnesati, impossibile sbagliarsi.

Durante la salita il rispetto per gli apritori aumenta pensando ai mezzi che avevano a loro disposizione, arrivati sotto al diedro Bhul, ci diciamo ma ne avevano veramente tanta !!, visto da vicino fa impressione

Ora tocca a Serghej fare i tiri del temuto traverso. Ser. se la cava egregiamente, in fondo è quasi come essere a Bagnolo.il mio pensiero va alle due discese di 5 e 10 metri da fare da seconda e devo dire che è provvidenziale la corda fissa posta nella seconda calata.

Un tiro dopo l’altro il traverso finisce e si ricomincia a salire, aiuto ora tocca a me dopo un tiro ben protetto, mi ritrovo negli ultimi due più facili, ma quasi privi di protezioni, uno sguardo alla relazione per capire la linea di salita e procedo. Manca un solo tiro, ormai è fatta. ma non finita salgo cercando la linea più semplice, ma non arrivo mai,  ho quasi finita la corda e finalmente la cima.

è stata una bellissima giornata densa di emozioni,

grazie ai miei amici che mi hanno concesso l’onore della cima

Paola

TUTTE LE FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *